web marketing turistico
in

Web Marketing Turistico: cos’è e come funziona

Come cambiano con la crisi del settore le strategie di comunicazione turistica e come ottimizzare gli strumenti digitali.

Turismo e Covid: troppe imprese sull’orlo del fallimento e i dati drammatici per la stagione invernale

Il settore turistico boccheggia oramai esangue dall’ennesimo colpo inferto dalla pandemia. I servizi hanno registrato una brusca frenata nelle vendite online a causa del calo drastico degli spostamenti, soprattutto per la quasi totale assenza di turisti stranieri.

Nel corso dell’estate 27 milioni di italiani hanno scelto di popolare le spiagge del nostro litorale (Coldiretti) nel contempo le città d’arte come Verona, Firenze, Roma, Napoli rimanevano vuote. Purtroppo, considerate le attuali condizioni sanitarie a livello internazionale, questa tendenza non accenna a migliorare per la stagione invernale: il settore registra un -70% sul fatturato.

Tutto questo porta gli operatori del settore turistico a cercare nuovi strade per redigere un progetto a lungo termine.

Quali mezzi abbiamo a disposizione per affrontare questa situazione?

C’è una cosa che dovete tenere bene a mente, anche se è difficile, non perdete la lucidità. Lavorate con le persone. Sono loro la vostra risorsa. Dev’essere vostra cura mettere in moto tutti quei meccanismi che vi portano a mantenere o consolidare i rapporti con i vostri clienti e cercare di farvi trovare con facilità da quelli nuovi. L’applicazione del Web Marketing è ora più che mai necessaria per salvaguardare il presente e proiettare nel futuro la vostra impresa.

Web Marketing Turistico che cos’è e a chi è rivolto?

Il Web Marketing Turistico è il Web Marketing (quel mondo che comprende social media, motori di ricerca, email, blogging…) applicato al settore del turismo. E’ quel complesso di strategie che hanno come fine il definire progetti atti a garantire lo sviluppo delle attività o dei servizi che lavorano nell’ambito turistico. Ora più che mai gli operatori di questo settore dovrebbero utilizzarlo per mettere in luce la propria attività o i propri servizi.

Come funziona e come applicare il Web Marketing Turistico? Quali strategie utilizzare per ricostruire il futuro?

In 10 passi fondamentali acquisirete le basi di come funziona il Web Marketing e la sua applicazione in ambito turistico. Come costruire delle strategie ad hoc e rivedere il piano di comunicazione della vostra struttura.

1. Comunicazione positiva

Il primo compito dei lavoratori nel settore del turismo adesso è quello di non perdere il focus sul cliente. Partiamo dall’umore di questo periodo. Attualmente siamo tutti bombardati da e-mail di qualsiasi tipo: amministrazioni comunali, scuola, lavoro… tutto cambia nell’arco di poco tempo; ogni altro giorno esce un nuovo decreto e il doversi riadattare repentinamente è frustrante. Lo è per voi ma anche per i vostri clienti.

Non perdete di vista l’obiettivo principale: lavorare nell’ambito turistico significa fornire una serie di attività ricreative: viaggi, istruzione, divertimento, relax, svago; quello che intendo dire è che avete l’arduo compito, in questo periodo, di cercare di continuare a far sognare i vostri clienti, di portare un po’ di luce, di positività. In poche parole, mai come in questo momento storico c’è bisogno di empatia, di rassicurazione, di interventi puntuali, accorti e di risposte consapevoli.

2. Marketing e-mail

Come accennavo sopra, la marketing mail può diventare un’arma a doppio taglio; vediamo quali sono le tecniche per utilizzarla in modo corretto e far si che non venga gettata nel dimenticatoio.

Il mittente. Siamo noi ad inviare la posta quindi facciamo in modo che il nostro nome o il nome della nostra azienda sia ben chiaro e che porti il destinatario ad identificarci immediatamente.

L’oggetto. Se non volete che la vostra e-mail finisca direttamente nel cestino senza essere aperta, ponete l’attenzione sull’oggetto. Pensate a quante e-mail ricevete ogni giorno e quante di esse cestinate senza leggerne i contenuti. Ecco qui che l’oggetto della mail fa davvero la differenza. Ma come dev’essere questo oggetto? Innanzitutto dev’essere breve ed intuitivo. Il cliente deve subito capire quale sarà il contenuto della mail. Non utilizzare simboli per non far attivare i filtri spam della cartella del destinatario. Dovete altresì essere coerenti con il contenuto e non tradire le attese del lettore. Se possibile inserite il nome del destinatario all’interno dell’oggetto; è provato che la familiarità aumenta di molto il tasso di apertura della posta. Non utilizzate mai parole come ”offerta-sconto-gratis”: riportano il ricevente alla possibilità che sia l’ennesima pubblicità e al gesto oramai automatico di cestinarla.

Il contenuto. Anch’esso deve arrivare subito al punto. Dev’essere un testo conciso in cui l’uso della formattazione è fondamentale. Le sottolineature e il grassetto devono essere utilizzati solo dove servono e si rende necessario riportare i link di approfondimento o il famoso pulsante per la call to action.

 

3. Targettizza il pubblico

Identificare un pubblico di destinazione – target audience – all’interno di una piattaforma è più che utile per fare un buon lavoro di Web Marketing. Il pubblico personalizzato è quell’insieme di persone che hanno interagito con il vostro brand sia attraverso:

  • piattaforme social come Facebook o Instagram e che, ad esempio, hanno visto un vostro video o hanno messo un like ad una vostra foto
  • persone che hanno visitato il vostro sito
  • la mailing list dei vostri clienti

Questo è un modo per raggiungere le persone giuste al momento giusto con la comunicazione giusta. Cosa significa? Evitare di spendere migliaia di euro per pubblicizzare un servizio o un prodotto che acquisteranno in pochissimi. Se targettizzi il pubblico che fa parte della tua mailing list vai a creare una campagna diretta a persone interessate, che ti conoscono, ti seguono e che si fidano di te.

4. Utilizza Google my Business

 

Una delle prime cose che deve fare un’attività è quella di curare la propria presenza nei risultati locali di Google.

Cos’è Google my Business?

Google my Business è un modo semplice e gratuito per trovare nuovi clienti ovunque voi siate

Se ti registri a GMB ti avvali di uno strumento prezioso che, da un lato, aiuta i consumatori a trovare le informazioni sulle aziende e a raggiungerle fisicamente attraverso le mappe; dall’altra parte aiuta le attività ad essere trovate con facilità. Oltre a questo hai la possibilità di presentare la tua attività e i tuoi prodotti online in maniera professionale e di rispondere a recensioni, inserire foto e offerte speciali. Le statistiche ti suggeriscono come perfezionare e aumentare il coinvolgimento dei clienti per ottenere risultati sempre migliori.

Aprire un account su GMB è facile e gratuito; Google invierà contestualmente una cartolina con un codice che ti permetterà di inserire le informazioni che verranno poi pubblicate. GMB ti da inoltre la possibilità di creare veri e propri post in cui pubblicare, ad esempio, degli eventi che stai per organizzare o un’offerta speciale che vorrai mettere a disposizione del cliente.

 

5. Blog di esperienze di viaggio

Aprire un blog all’interno del proprio sito web e curarlo dal punto di vista SEO, è utile per farsi conoscere dai potenziali clienti e dare loro la possibilità di informarsi su cosa fare e cosa vedere nel corso dell’eventuale soggiorno. E’ importante seguirlo e aggiornarlo costantemente con i nuovi trend, con gli eventi futuri, integrarlo con curiosità e itinerari. Tutto questo permette di ricevere commenti, rispondere alle domande e creare così un rapporto di familiarità.

6. Crea una guida sulla tua zona

Potete creare una guida scaricabile dal sito e delle copie da lasciare nella vostra struttura. Dev’essere facile da leggere, divertente, interessante e fornire al potenziale visitatore tante informazioni ed itinerari. Per fare questo dovete non solo essere degli esperti del luogo ma esserne innamorati; solo così riuscirete ad appassionare e coinvolgere i turisti, regalando loro delle esperienze uniche e cucite in base alle loro esigenze. La guida va poi completata con aneddoti storici ed immagini professionali.

7. Utilizza i social

Essere presenti. Sempre. Allettare i viaggiatori girando mini video promozionali. Fotografare gli scorci semi-sconosciuti o i monumenti più famosi. Invitare le persone a commentare, creare sinergie tra i vari ospiti dando vita a discussioni o invitandoli a condividere esperienze e immagini. In poche parole, far vedere cosa realmente vi distingue e vi rende unici.

8. Portare i clienti a generare UGT ossia User Generated Content

Gli UGT sono quell’insieme di contenuti – che possono essere ad esempio video, podcast, testi, immagini –  non generati dall’azienda bensì liberamente dall’utente stesso, follower di un brand. Un esempio: se andate a cena in un ristorante e postate delle foto dei piatti taggando e inserendo la geocalizzazione del locale, ecco che state generando un contenuto utente, un UGT.

Questo accade continuando a stimolare i vostri clienti con contenuti esclusivi, sondaggi, contest affinchè si appassionino al vostro brand e lo facciano conoscere ad altre persone. Si rende necessario un piano strategico per ogni social utilizzato poichè non funzionano tutti allo stesso modo. Come Facebook predilige i video, Instagram è il regno delle immagini.

9. Posizionamento SEO e SEM

Nella comunicazione online è necessario attrarre potenziali clienti attraverso i motori di ricerca. Essi, per essere sfruttati nel modo migliore, sono sottoposti ad un processo chiamato  Search Engine Optimization (SEO) che è un ramo del Search Engine Marketing (SEM). Le azioni che si devono compiere per ottimizzare un sito in modo che sia posizionato al meglio sono: inserire parole chiave (keyword) specifiche; utilizzare Title Tag e Meta Description inerenti ai contenuti; approfondire ed utilizzare tutte le strategie che vi sto fornendo in questo articolo.

10. Influencer marketing

Gli influencer sono persone normali che sono riuscite ad ottenere, per svariati motivi, la fiducia di un’intera community. Coinvolgere degli influencer per il marketing della tua azienda è utile perchè questi individui hanno la capacità appunto di influenzare le preferenze (opinioni, gusti, comportamenti) dei loro follower.

 

 

Spero che questo breve vademecum sia per te un’utile punto di partenza per futuri approfondimenti. Se ti fa piacere puoi lasciarmi un commento nello spazio apposito.

Grazie per avermi dedicato del tempo.

 

Siate curiosi, sempre.

Elisa Zen


Tagcloud:

Commenti

Rispondi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Viaggiare da soli

Viaggiare da soli riscoprendo se stessi

Isola della tribù di North Sentinel

La misteriosa tribù dell’Isola di North Sentinel