Litchfield National Park
in ,

Litchfield National Park: un paradiso terrestre

Le meraviglie naturali del parco

Lo scrittore Bruce Chatwin in Le vie dei canti racconta la forte connessione tra il canto e la creazione del mondo, e come l’Australia possa essere interpretata come un pentagramma. Così il Litchfield National Park può essere paragonato al diapason che sintonizza i visitatori con le meravigliose cascate, le piscine rocciose, i vari trekking e i termitai.

Il Litchfield National Park è una sinfonia di colori, suoni e profumi che si estende per 1500 km quadrati a 130 km da Darwin, capitale del Northern Territory. La riserva naturale prende il nome da Frederick Henry Litchfield, un cercatore d’oro, che nel 1864 fondò il primo insediamento sulla foce del fiume Adelaide. Il territorio era ricco di metalli e furono costruite miniere per l’estrazione, a Bamboo Creek sono ancora presenti le rovine di una di esse. Per mostrare le difficili condizioni di vita e di lavoro dei minatori dell’epoca, presso i ruderi della miniera, è stato allestito un museo ed è disponibile un video che ne testimonia le difficoltà.

Nel 1986 il Litchfield National Park diventa di proprietà del governo del Top End, un altro modo in cui è chiamato il Northern Territory, che lo dichiara parco nazionale.

Gli amanti della wild life possono pernottare in camper all’interno del parco, possono fare il bagno nelle piscine e rilassarsi con un massaggio praticato dal getto d’acqua delle cascate.Seguite il dolce scrosciare dell’acqua dalle gole alle piscine rocciose e lasciatevi cullare dal canto degli uccelli. Seguite la musica: benvenuti nel Litchfield National Park.

 

“l’Australia intera poteva, almeno in teoria, essere letta come uno spartito.” Bruce Chatwin 

 

Come arrivare al Litchfield national park

Batchelor è la chiave di violino della riserva naturale: l’accesso per entrare nel parco. Il suo nome deriva da Egerton Lee Batchelor che fu ministro del Territorio del Nord nel 1911. In questa città è possibile sintonizzarsi sulla cultura aborigena e le sue tradizioni, visitando il Coomalie cultural centre. Il Top End ospita un quarto della popolazione aborigena e il Litchfield National Park ne è un importante simbolo. Infatti, secondo gli aborigeni, la flora e la fauna che popolano la riserva naturale sono stati creati dagli spiriti degli animali. In un territorio dalla forte vocazione spirituale e dalla dominante componente naturalistica si erge il Litchfield National Park: una musica corale che fonde natura e tradizione.

Litchfield: Parco Naturalistico in Australia

Quali zone visitare della riserva

Il Litchfield national park è come un pentagramma e le cinque linee sono le cascate: Florence Falls, Buley Rockhole, Wangi Falls, Tolmer Falls e Tjaetaba.

Le Florence Falls sono un gioiello naturale situato nel centro della foresta pluviale. Le due cascate, che scendono sul livello del mare attraverso dei segmenti rocciosi, creano una piscina d’acqua rinfrescante, in cui potersi immergere durante la stagione secca. Accanto alle cascate è possibile scegliere due sentieri panoramici: Shady Creek Walk e Florence Creek Walk che conducono a dei belvedere dove poter ammirare le cascate da diversi punti di vista.

La riserva naturale è composta da numerose piscine rocciose come il Buley Rockhole, dove inizia il fiume Florence Creek che a valle si trasforma nelle Florence Falls. Questo punto del parco offre delle piscine naturali in cui potersi rilassare immersi nell’acqua fredda per contrastare il caldo australiano. Le pozze d’acqua sono di varie profondità e in alcune si può sfruttare il getto delle cascate per godere di un massaggio completamente naturale.

Se volete sentirvi in perfetta sintonia con la natura, circondati dal dolce scrosciare dell’acqua, Wangi Falls è il posto per voi. Uno dei punti più spettacolari del Litchfield National Park in cui è possibile fare il bagno, accendere un barbecue o seguire i diversi sentieri rocciosi che conducono a viste mozzafiato.

Tolmer Falls è un altro posto da immortalare. Due getti d’acqua hanno eroso la parete rocciosa e sfociano in una piscina balneabile, un luogo così meraviglioso da sembrare una cartolina. Le grotte sottostanti le cascate sono l’habitat di pipistrelli in via d’estinzione quindi non è consentito fare il bagno.

Tjaetaba è uno dei simboli della cultura aborigena, infatti per motivi di carattere tradizionale non è balneabile. Questa cascata è immersa in una fitta vegetazione ed è possibile incontrare gechi, lucertole e rane lungo il percorso. Anche in questa zona del parco, lungo i sentieri, è possibile trovare dei punti panoramici.

Riserva naturale

 

Perché visitare il Litchfield national Park

L’armonia di ogni composizione musicale è data dall’energia di molti strumenti. Così il parco non offre solo meravigliose cascate in cui immergersi, ma propone anche architetture particolariParco nazionale che contribuiscono a creare una sinfonia perfetta con il paesaggio.

Il Magnetic Termite Mound è un termitaio che affascina numerosi turisti; questo complesso di costruzioni presenta archi, gallerie e camini. I termitai sono disposti in modo da limitare l’esposizione al sole e controllare la temperatura; caldi di giorno e freschi di notte.

Un’altra interessante realizzazione che la riserva offre è The lost city. Situata in una zona remota del parco questa città sembra essere stata costruita dall’uomo, in realtà è il frutto dell’erosione dell’arenaria da parte di vento e pioggia. The lost city assomiglia a una piccola città medievale composta da vicoli e piccole stradine.

Il Litchfield National Park è l’esempio di quanto la coralità della natura produca una musica perfetta.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

cascata delle marmore

Cascata delle Marmore: un luogo speciale

GNV Bambina sul traghetto in mare

GNV: nel Mediterraneo con Grandi Navi Veloci