deserto dei gobi
in ,

Deserto dei Gobi: dalla Mongolia con passione

Il deserto dei Gobi è una meta molto insolita ma davvero eccezionale

Il deserto dei Gobi non è solamente una grande distesa di territorio abbastanza inospitale, sabbia e steppa, come potrebbe apparire ad uno sguardo poco attento perché questa area geografica ha rivestito per moltissimi anni un ruolo molto importante. In effetti questa era una parte fondamentale della “Via della Seta”, citata anche ne “Il Milione” di Marco Polo, che metteva in comunicazione l’Europa e l’estremo oriente. Dopo quasi un millennio, le cose non sembrano poi così cambiate almeno per l’ambiente e per i mezzi di trasporto. Come per il Sahara, anche in questo caso le temperature solo molto elevate e l’assenza di punti di riferimento, per i non esperti, potrebbe essere molto pericoloso.

Vaccinazioni e precauzioni sanitarie, trasporti, clima e burocrazia

Visto che il viaggio si terrà praticamente in Mongolia si deve tenere presente che vi sono una serie di precauzioni che devono essere prese in considerazione per non avere dei problemi anche abbastanza serie. Vediamo quindi cosa fare e cosa non fare:

  • Vaccinazioni:è importante tenere presente, soprattutto se si vuole rimanere per qualche giorno in più, provvedere alla vaccinazione della difterite, il tetano, per le epatiti A e B. Naturalmente anche quello contro il tifo è importante comunque chiedere al proprio medico per conferma è sempre la scelta migliore. Le precauzioni sanitarie sono quelle solite ovvero bere acqua in bottiglia e mangiare solo cibo preparato in strutture adeguate;
  • Trasporti: dipende da dove si vuole entrare si può scegliere tra i mezzi di locommozione tradizionali, autobus e la linea ferrata. Da Ulan Bator, capitale della Mongolia, si può arrivare a Pechino mediante la Transmongolica. Il periodo migliore per visitare questo luogo è l’estate quando la temperatura si aggira sui 25 gradi fino ad un massimo di 30;
  • Burocrazia: è possibile creare tutte le operazioni direttamente dalla propria abitazione per ottenere il visto per la Mongolia. E’ sufficiente seguire le istruzioni presenti nel sito dell’Ambasciata di Mongolia.

Quali sono le mete più interessanti da vedere nel deserto dei Gobi?

deserto dei gobi

Vediamo quali sono alcuni tra i più interessanti luoghi d’interesse di questa area:

  • Bajanzag: questo è un sito archeologico molto importante perché ha portato alla luce una serie di importanti ritrovamenti come, per esempio, il primo uovo di dinosauro;
  • il Tempio di Dafo è probabilmente l’opera architettonica molto grande con un grande tempio ed una maestosa statua reclinata del Budda, attenzione perché questa si trova in Cina;
  • Gobi Gurvansaikhan National Park è un parco nazionale di 27000 kmq posto nella parte meridionale della Mongolia. Sono presenti una serie molto importanti di animali e piante molto rare.

Perché visitare il deserto dei Gobi?

Questa è la tipica opzione per tutti coloro che amano la natura selvaggia che può portate ad una serie di interessanti opzioni per un mondo assolutamente alieno dalla nostra nazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sahara

Sahara: una distesa di sabbia con molti tesori

Citera e le cascate di Mylopotamos