Iside la scandalosa e la magnifica
in

Iside la scandalosa e la magnifica: sannio egiziano

Iside la scandalosa e la magnifica è la mostra permanente sul culto egiziano

Iside la scandalosa e la magnifica è la mostra permanente sul culto egiziano del Museo Arcos di Benevento. La città campana è molto importante da questo punto di vista perché fu sede del monumentale Tempio di Iside per volere dell’imperatore Domiziano tra l’88 e l’89 d.C. Questa doveva essere una struttura davvero monumentale delle quali rimane solo un paio di colonne con delle iscrizioni che accennano al tempio. Per fortuna grazie ad una serie di importanti scavi sono stati riportati alla luce gli importanti manufatti del tempio.

Orari, costo del biglietto, indirizzo e contatti

E’ possibile vedere questa interessante mostra dalle 09:00 alle 19:00 di tutti i giorni della settimana. Ad eccezione del lunedì. Questi sono i costi per visitare il museo:

  • intero: 6 euro;
  • ridotto:4 euro.

Vi sono alcune riduzioni per i visitatori con età superiore ai sessantacinque anni, tutti gli studenti italiani e stranieri di ogni ordine e grado. I metodi per contattare il museo sono i seguenti:

  • social media: www.facebook.com/MuseoArcosSezioneEgizia;
  • email: arcos(@)sannioeuropa.com;
  • numero di telefono: 0824.312465

Il museo è a Corso Garibaldi.

Cosa comprende la mostra Iside scandalosa e la magnifica

Vi sono oltre quarantadue reperti che riescono ad offrire una visione completa del culto di Iside offrendo una visione completa di quella che era il culto di Iside beneventano. Vediamo quali sono le principali opere d’arte presenti nel museo:

  • Iside sulla nave: purtroppo di questa bellissima statua ne rimane solo una parte che consiste nello scafo con un basamento raffigurante le onde;
  • Toro Apis: anche questa opera d’arte è fortemente rimaneggiata rappresenta un’opera molto importante per i messaggi di questa imponente statua;
  • Tre adoratrici inginocchiate: rappresenta tre donne inginocchiate in adorazione ad Iside. Si capisce dal fatto che le loro vesti vanno a formare un nodo caratteristico delle devote a questa divinità.

Iside la scandalosa e la magnifica

Le statue di età faraonica e tolemaica

  • il faraone Mershepsesra: rimane la parte inferiore della statua in pietra nera. Proviene dal tempio di Karnak;
  • statua cubo: è un elemento funerario appartenente ad uno scriba;
  • due falchi: è una statua risalente all’ultima casa regnante dei faraoni. Questa opera rappresenta il dio Horus;
  • sfingi acefale: si tratta di due sfingi molto simili in granito rosa. Sono molto importanti non solo perché sono impreziosite da alcuni particolari molto interessanti;
  • due cinocefali: queste statue rappresentano il dio Thot;
  • il falco che rappresenta il dio Horus.

Benevento rappresenta un’ottima meta non solo per coloro che vogliono visitare questo meraviglioso museo ma anche per le interessanti opportunità che questa splendida città campana offre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

aokigahara

Aokigahara: un vero e proprio mare di alberi

deserto di atacama

Deserto di Atacama: la mano del deserto