Sintra
in ,

Sintra: il giardino dell’Eden a due passi dall’Italia

Sintra rappresenta una bellissima città del nord del Portogallo

Sintra, dopo Porto e Lisbona, è una tra le mete più interessanti del Portogallo per passare qualche giorno in un giardino dell’Eden. Amata da moltissime persone illustri, il piccolo borgo portoghese rappresenta una grande opportunità per tutti coloro che vogliono una vacanza tranquilla ma nello stesso tempo divertente. Uno degli aspetti più interessanti di questa città sta nel fatto che vi sono non solo moltissimi luoghi d’interesse ma sono presenti anche giardini molto belli ed un ambiente circostante particolarmente bello. La città, per la sua importanza, è stata riconosciuta come un  patrimonio dell’UNESCO. Questa è una meta turistica molto interessante quindi approfondiamo i suoi punti forti e deboli, se ne ha.

Quando è più conveniente visitare Sintra?

Chi vuole visitare questo bellissimo centro deve tenere presente che il suo clima è abbastanza differente rispetto a quello italiano. Questo elemento è molto interessante perché ci permette di risiedere molto bene in qualsiasi stagione. Si può quindi andare in qualsiasi stagione. L’estate, infatti, con temperature massime di 25 gradi riescono ad offrire il giusto calore senza creare problemi alle scampagnate. Sarà quindi molto importante avere a disposizione del tempo per scoprire questa splendida città in tutta la sua bellezza.

Quali sono i principali luoghi d’interesse di questa città?

Oltre alla bellezza dei suoi giardini e la natura circostante vi sono delle ottime opportunità per passare delle giornate in una città tranquilla a visitare le moltissime opere architettoniche presenti nella città. Vediamo nello specifico quali sono:

  • Palácio da Pena:è un edificio molto prezioso sia per la sua architettura sia per i suoi giardini. Il palazzo originario fu costruito intorno al quindicesimo secolo adibito come monastero ma fu abbandonato in seguito ad un terremoto che gli inflisse moltissimi danni. Fu ricostruito intorno al diciannovesimo secolo. La cosa molto interessante è rappresentata dal fatto che vi sono vari tipi di stili tra i quali il gotico, il rinascimentale, il barocco, l’arabo e molto altro;
  • Castelo dos Mouros: come si comprende molto bene dal nome questo è un edificio di origine moresca anche se è stato necessario intervenire con delle ristrutturazioni più moderne;
  • Palácio Nacional de Sintra: questo interessante edificio è un ottimo esempio di architettura organica ovvero in grado di unire vari stili;
  • Quinta da Regaleira: questo palazzo non è importante solo per l’architettura ma anche i bellissimi giardini che hanno aiutato a rendere questa città così apprezzata.

Dove mangiare a Sintra?

La vocazione turistica di questa città la si denota anche nel numero e varietà di ristoranti presenti. E’ possibile infatti provare la Roulotte da Gigi con un ambiente informale e cibi ottimi. Un’altra ottima opzione è Giallo d’Oro. Se invece si preferisce quella locale c’è Nau Palatina e Taberna Criativa se si cerca un ambiente giovane e molto interessante. Per la cucina indiana ci sono il Masala Indian Restaurant e l’Indian Palace.

Sintra

Curiosità e fatti legati a questa bellissima città

La città si divide in tre settori: São Pedro che corrisponde alla parte della città dove ci sono locali e negozi, Estefania che corrisponde alla zona della stazione con molti giardini ed infine la Vila Velha con il Palazzo Reale.

Altre curiosità:

  • la convenzione di Sintra con la quale gli inglesi accettano la resa dei francesi dopo la loro capitolazione a Vimeiro;
  • Hans Christan Andersen definì questa città la più bella del Portogallo;
  • Lord Byron in Childe Harold’s Pilgrimage definì la città come il giardino dell’Eden

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

mete inesplorate

Tre mete inesplorate da non perdere

Berlino

Berlino è una città europea moderna da vivere