bucarest
in ,

Scopriamo Bucarest, la piccola Parigi

Bucarest è una tra le capitali europee più interessanti da visitare

Bucarest è una città europea molto interessante perché riesce ad unire una serie di importanti luoghi da visitare tenendo presente che questa città sta crescendo in continuazione. La capitale romena ha dovuto affrontare una lunga serie di devastazione soprattutto a causa delle continue aggressioni turche e dei terremoti. La città è stata però sempre ricostruita e resa bella fino a farle valere il titolo di Piccola Parigi. In effetti bisogna notare come la Romania sia stata per molti secoli una terra molto importante perché una sorta di via di passaggio tra l’Oriente e l’Europa. Vi sono quindi vari elementi che possono essere interessanti per i visitatori. Come precauzioni per chi visita questa città vi sono quelle di rimanere nelle vie centrali della capitale perché queste sono tra le più sicure in Europa e non fidatevi dei tassisti abusivi.

Come muoversi a Bucarest: automobile o mezzi pubblici?

La capitale romena ha un ottimo sistema di trasporto urbano con una rete di autobus fitta e molto comoda visto che il mezzo passa ogni venti minuti ma soprattutto il servizio include sia il giorno sia la notte. Anche la metro è di buon livello potendo garantire uno spostamento veloce e sicuro. Si può quindi rinunciare all’automobile ed affidarsi ai mezzi pubblici.

Bucarest

Quali sono i principali luoghi d’interesse?

C’è davero molto da vedere a Bucarest perché la città ha moltissimi edifici di grande pregio siano essi civili che religiosi.

I monumenti civili:

  • Palazzo Reale: costruito all’inizio del diciannovesimo secolo è in stile neobarocco;
  • Palazzo del Parlamento: è uno  tra i palazzi più grandi del mondo. Un’opera architettonica imponente che deve essere vista per la sua sontuosità. E’ interessante anche per il fatto di essere un esempio di palazzo il perfetto stile classicista socialista. Bisogna notare che alla data di costruzione, questo stile era stato messo da parte in tutto il mondo socialista;
  • Palazzo Victoria: sede del Primo Ministro della Romania con la sua struttura monolitica rappresenta un ottimo esempio di stile neoclassico.

I monumenti religiosi:

  • Cattedrale dei Santi Costantino ed Elena: è stata costruita nella metà del diciassettesimo secolo. Una tra le cose che non si può assolutamente perdere sono i bellissimi affreschi che impreziosiscono i muri di questa bellissima chiesa;
  • Chiesa Crețulescu: si tratta di una tra le più interessanti costruzioni religiose. Costruita nel diciottesimo secolo. La chiesa fu poi ristrutturata in stile neoclassico per cercare di renderla in linea con gli altri edifici. Anche in questo caso troviamo affreschi molto interessanti come quello sul portico che rappresenta l’Apocalisse;
  • Cattedrale di San Giuseppe: la cattedrale fu costruita alla fine del diciannovesimo secolo ed è stata costruita in uno stile romanico con qualche accenno di gotico.

Monumenti:

  • Arco di Trionfo: rappresenta un vero e proprio esempio di arco di trionfo moderno. Fu eretto alla fine del diciannovesimo secolo per festeggiare l’indipendenza della Romania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Viaggi esoterici: Praga la capitale della magia

visitare la catalogna

Visitare la Catalogna: Barcellona e molto altro